Strategia SEO internazionale: muovere i primi passi

Di cosa parliamo quando parliamo di strategia SEO internazionale? Scopriamolo insieme!
"

Leggi ancora

22 Aprile 2021

La definizione “strategia SEO” è sempre più conosciuta, ma come si applica a livello internazionale?

Strategia SEO internazionale: come rendere visibile il vostro business all’estero

La dicitura “SEO” probabilmente vi dice qualcosa. Quello di cui non si sente parlare molto spesso, invece, è di “strategia SEO internazionale”.

Avete un bellissimo sito appena ottimizzato dal punto di vista SEO. State facendo crescere le visite. Siete ben posizionati a livello di SERP. Ma non avete a disposizione le diverse lingue. È un peccato. Si tratta infatti di un passaggio fondamentale se avete intenzione di rendervi visibili anche nei motori di ricerca di altri Paesi. E, di conseguenza, di espandere il vostro business verso il mercato estero.

È quindi necessario, per la vostra azienda in espansione, elaborare una strategia SEO internazionale in grado di raggiungere potenziali nuovi clienti anche al di fuori dell’Italia. 

Da dove partire quando si tratta di creare una strategia SEO internazionale?

Ovviamente ci sono molteplici aspetti da tenere in considerazione. Infatti, si tratta di un’operazione che richiede sì competenze tecniche, ma anche competenze linguistiche e culturali. E, soprattutto, una buona capacità di targettizzare i propri clienti esteri e di intercettare i loro bisogni.

In questo articolo daremo per scontato che voi abbiate già deciso il mercato estero verso il quale avete intenzione di espandervi. Avere un’analisi di mercato alle spalle è necessario per la buona riuscita della vostra impresa. Cercate di avere un’idea netta e precisa sul Paese al quale volete rivolgervi, sulla sua economia e sull’eventuale interesse che potrebbe suscitare la vendita del vostro prodotto.

Ad aiutarvi in questa fase sarà anche Google Analytics. Con questo strumento riuscirete a percepire le caratteristiche del vostro pubblico che più vi interessano in questo momento: provenienza geografica e lingua.

Qui, per ora, vorremmo partire dall’aspetto più importante del vostro sito. Quello che per primo necessita di essere valorizzato e trattato: il contenuto.

Ottimizzare il contenuto del vostro sito

Se siete già in possesso di un sito aziendale in italiano, probabilmente avrete già ottimizzato i testi sia da un punto di vista SEO sia da un punto di vista contenutistico. Infatti, è importante partire da una buona base se volete trasmettere i vostri contenuti nei motori di ricerca esteri. Consolidate quanto avete già scritto, riflettendo sui valori che volete trasmettere. I testi del vostro sito dovrebbero essere fruibili, nuovi, piacevoli da leggere e altamente informativi. Dovrebbero parlare di voi, della vostra storia e dei vostri obiettivi. Ponete una particolare attenzione ai servizi e ai prodotti che offrite: sono illustrati in maniera semplice e soddisfacente?

Tradurre o riscrivere? Questo è il dilemma

Se avete già lavorato a sufficienza sui vostri contenuti di partenza, ecco il primo quesito: come posso veicolare al meglio questi testi ad un pubblico che probabilmente avrà una sensibilità diversa dai clienti italiani? Nonché un diverso approccio all’acquisto e alla ricerca di prodotti su internet?

Il primo passo è sicuramente quello di studiare la cultura di arrivo. Soprattutto se si tratta di esportare in un Paese molto lontano dal nostro. Sia a livello geografico sia a livello sociale. Questo ci aiuterà, eventualmente, a modificare i contenuti del nostro sito in modo da rispettare totalmente le eventuali differenze culturali.

In secondo luogo, sarà necessario tradurre i vostri contenuti nella lingua di arrivo. La soluzione più semplice è sicuramente quella di tradurre i testi originali senza apportare modifiche dal punto di vista del significato. Tuttavia, questo potrebbe non tenere conto di alcune differenze culturali importanti da considerare.

L’alternativa consiste invece nel creare un nuovo contenuto. Dunque, prendere come punto di partenza l’originale ma considerando gli elementi culturali del Paese di interesse. Come? Leggendo tanto, informandosi e avere una sincera curiosità per la nazione nella quale si intende esportare le proprie competenze e i propri prodotti.

Questo vi sarà utile per il passo successivo. Una volta ottenuto il vostro testo tradotto, infatti, sarà vostro interesse ottimizzarlo il più possibile dal punto di vista SEO per il Paese d’arrivo. E per farlo vi servirà individuare le migliore alleate di ogni SEO specialist: le parole chiave.