Digital Export manager

Il Digital Export Manager, o abbreviato DEM, è un professionista che, studiando i mercati e valutandone le potenzialità, avvia all’export le PMI e MPMI o fornisce supporto per consolidare i risultati già raggiunti.

Digital Export Manager

I nostri servizi di digital export
Verso nuovi mercati con strategie digitali efficaci

$

lead generation organico + adv

$

seo internazionale

$

siti web multilingue

$

social media management

$

social selling

$

marketplaces internazionali

Voucher MISE
Finanziamenti pubblici per l’internazionalizzazione

Digital4Export è ufficialmente iscritta nell’apposito elenco dei Temporary Export Manager (TEM) del Ministero degli Esteri, un riconoscimento che attesta la nostra competenza e affidabilità nel supportare le aziende italiane nei processi di internazionalizzazione.

Questo prestigioso accreditamento ci consente di offrire consulenze strategiche di alta qualità per espandere la tua attività nei mercati globali.

Il voucher possono coprire una parte dei costi di consulenza.

Digital Export Manager

L’esperto di digital marketing per il tuo business all’estero

Digital Export Manager, chi è e cosa fa

Il Digital Export Manager è una figura chiave, oggi molto richiesta nel mondo del lavoro.

A causa della pandemia, infatti, Il mercato digitale globale ha conosciuto un’espansione mai vista prima e un aumento esponenziale, a livello mondiale, degli acquisti on line. E proprio per questo è importante il Digital Export Manager, che ha il compito di supportare le aziende nell’utilizzo della rete, favorendo la loro presenza efficace sul web e migliorando l’esperienza d’acquisto on line dei loro prodotti e servizi.

Il mercato italiano, infatti, si è sempre distinto per una forte propensione all’esportazione. Tuttavia, le limitazioni imposte dai provvedimenti di contrasto della pandemia, hanno spinto le aziende mettersi in gioco nel panorama del mondo globale e digitalizzato. È stato l’unico modo per garantire non solo la sopravvivenza delle attività ma anche il loro successo. L’uso consapevole e mirato degli strumenti digitali ha fatto la differenza per trovare nuovi clienti e continuerà a farla, se correttamente implementato.

Il Digital Export Manager opera di concerto con l’area marketing al fine di strutturare una presenza online, mirata a massimizzare i vantaggi dei mercati individuati. Il contributo del digitale nella strategia export apre quindi nuove opportunità per le aziende e agevola le interazioni con i partner commerciali. Aiuta, inoltre, a mantenere un confronto costante con gli acquirenti del Paese obiettivo senza la necessità di essere presenti sul territorio.

Il Digital Export Manager a supporto dell’export digitale

La figura del Digital Export Manager è strettamente legata all’export digitale. Per digital export si intende l’implementazione di strumenti di marketing digitale e piattaforme online all’interno di una strategia volta all’esportazione per espandere il business oltre confine.Le aziende che sfruttano le piattaforme e gli strumenti online per l’export digitale, raggiungono un pubblico vasto e diversificato aumentando così le opportunità di vendita. L’export digitale offre molteplici vantaggi alle aziende, tra cui:
  • ampliare la propria presenza all’estero, senza dover aprire filiali o uffici all’estero;
  • una maggiore flessibilità per quanto riguarda tempi e costi, premettendo alle aziende di adattarsi rapidamente ai cambiamenti e alle esigenze dei mercati o dei clienti estri.

D’altra parte, il digital export presenta anche alcune sfide che la figura del Digital Export Manager aiuta l’azienda a superare:

R

le aziende devono essere sempre aggiornate sulle normative in ambito di transazioni sui canali digitali e delle restrizioni commerciali dei paesi in cui vogliono esportare;

R

avere una strategia di marketing solida e differente dalle altre è fondamentale per affrontare la concorrenza e risultare vincitori;

R

l’uso di strumenti digitali richiede competenze specifiche che non sempre l’azienda ha, per questo è bene affidarsi a un temporary export manager o a un digital export manager.

digital export manager

Come nasce la figura del Digital Export Manager

Il Digital Export Manager è una figura professionale piuttosto recente che nasce dall’esigenza delle imprese di ampliare il proprio business sui mercati internazionali utilizzando le potenzialità offerte dal web: le aziende italiane e, in particolar modo, le PMI stanno scoprendo le grandi opportunità del digitale.

Il Digital Export Manager affianca le aziende in questa fase di avvicinamento agli strumenti digitali per vendere all’estero. La figura del Digital Export Manager deriva da quella dell’Export Manager, con una o, forse tante competenze in più, quella di essere in grado di utilizzare con efficacia gli strumenti del marketing digitale. Riesce quindi a condurre l’azienda verso un passaggio importante, quello della trasformazione digitale nell’area commerciale e anche nell’export.

Quali sono le competenze del Digital Export Manager

Il Digital Export Manager ha quindi un ruolo chiave nell’export e deve avere molte abilità: competenze trasversali che includono skill commerciali e conoscenza di digital marketing. Nello specifico, il DEM deve essere in grado di:

  • pianificare una strategia di export analizzando la presenza online e il posizionamento dell’azienda e quella dei competitor;
  • analizzare i mercati internazionali;
  • individuare i canali digitali più idonei per la comunicazione;
  • creare opportunità di business, utilizzando strumenti digitali per trovare nuovi clienti (lead generation internazionale);
  • saper comunicare efficacemente nella lingua dei mercati che si vogliono conquistare, in modo da agevolare le interazioni con i partner commerciali stranieri;
  • confrontarsi costantemente con l’area marketing del cliente per lo sviluppo di strategie digitali vincenti;
  • realizzare un piano editoriale per i social media rivolto al paese estero (strategie di social selling, lead generation);
  • aiutare ad ottimizzare il sito multilingua dell’azienda per i motori di ricerca all’estero
  • garantire supporto ai clienti e all’azienda nell’utilizzo dei canali di vendita online, come e-commerce, marketplaces, advertising e fiere digitali.

Le competenze digitali di un Digital Export Manager non si limitano però alle conoscenze tecniche, ma più in generale includono anche gli aspetti della comunicazione. In altre parole, Il DEM deve essere in grado di svolgere tutte quelle attività che coinvolgono i visitatori dei canali online e li convertono in clienti e partner commerciali.

Come si diventa un Digital Export Manager

Qual è il percorso da seguire per diventare un Digital Export Manager?

Per diventare un Digital Export Manager vi sono molti requisiti indispensabili e una formazione ricca di sfumature diverse. Non esiste un manuale dettagliato sulle caratteristiche specifiche di questa professione. Ci sono però alcune modalità che rappresentano corsie preferenziali per acquisire la professionalità necessaria. Ecco i percorsi formativi suggeriti per diventare Digital Export Manager:

  • si può seguire un percorso accademico, conseguendo una laurea in Economia, diritto internazionale o ingegneria, seguita da un master in Digital Export management o Commercio internazionale;
  • esistono corsi di formazione gratuiti e in alcuni casi retribuiti, come quelli offerti dall’ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), che insegnano a supportare in modo adeguato le imprese nei processi di internazionalizzazione.

Come per altre professioni è poi essenziale tenersi costantemente aggiornati. Il mondo digitale, in particolare, è un mondo che cambia rapidamente. Nuovi format e nuovi algoritmi della rete si avvicendano con una velocità davvero incredibile. Per essere in grado di offrire il migliore servizio possibile è quindi consigliabile seguire corsi di aggiornamento in Italia e all’estero. Padroneggiare le lingue, in particolare l’inglese e almeno una seconda lingua straniera, è poi fondamentale per potersi relazionare con i mercati esteri.

digital export manager

Quali sono gli strumenti che utilizza il Digital Export Manager

Gli strumenti che un DEM deve saper padroneggiare sono molteplici, in generale vengono suddivisi in due categorie principali:

Strumenti di gestione digitale

Come già anticipato precedentemente, il Digital Export Manager si occupa della gestione dei canali di vendita, come sito web e store online. La sua responsabilità è quindi quella di implementare, o gestire l’implementazione, di soluzioni per l’e-commerce.

Il Digital Export Manager monitora in modo costante i risultati delle attività di marketing digitale e delle vendite a livello internazionale, sui canali di riferimento. Questo costante monitoraggio serve al Digital Export Manager per verificare l’efficacia delle strategie adottate ed eventualmente per apportare miglioramenti. Gli strumenti che utilizza in questa fase sono strumenti analitici per raccogliere dati sulle performance e per aggregare e sintetizzare report per la direzione aziendale basati su modelli di monitoraggio e Key Performance Indicators condivisi.

Strumenti di comunicazione e promozione

Questa tipologia di strumenti e processi sono volti a massimizzare la vendita dei contenuti o dei prodotti, tra essi troviamo:

  • strumenti e processi SEO: per il posizionamento sui motori di ricerca, sia per il paese di provenienza che per quello in cui si vuole esportare;
  • piattaforme PPC: pubblicità online secondo il modello Pay Per Click sulle differenti piattaforme, come ad esempio Google Ads;
  • processi Social Media Marketing: content marketing declinato sui canali social con finalità di branding e vendita;
  • attività DEM: ovvero e-mail marketing e relative attività a supporto della promozione e della vendita;
  • content Marketing Multilingua: attività di definizione ed implementazione di una strategia content che supporti obiettivi di branding o lead generation.

Il pacchetto creato su misura da Digital4Export

Ciò che rende Digital4Export una realtà differente dalle altre è l’offerta di un pacchetto completo creato su misura per le aziende, che riguarda:

  • il sito web;
  • Google My Business;
  • Techpilot;
  • brochure aziendale con parco macchine;
  • lead generation.

Sito web

Il primo step per le aziende che vogliono espandere il proprio business all’estero è la creazione di un sito multilingua. Digital4Export supporta la progettazione e lo sviluppo del sito multilingua aziendale e segue tutti i processi di ottimizzazione dello stesso per migliorarne il posizionamento sui motori di ricerca anche livello della SEO internazionale.

Google My Business

Google My Business è un servizio offerto da Google per la promozione di attività commerciali. Esso integra Google ricerca con Google Maps e Google+, diventando uno strumento di ricerca, selezione, promozione, informazione, recensione di attività professionali. Inoltre, è possibile creare post personalizzati visibili all’interno della scheda personale di Google My Business e mettersi in contatto direttamente con il proprietario dell’impresa interessata.

Techpilot

Techpilot è una piattaforma in cui si trovano fornitori provenienti da tutta Europa. Tramite Techpilot è possibile trovare nuovi fornitori in modo semplice e veloce, basta cercare nel database fornitori più adatti alle proprie esigenze. In questo modo si rende immediato un processo che richiede molto tempo e comporta molte incertezze, poiché è difficile fidarsi di aziende che non si conoscono per commesse importanti.

Brochure aziendale

La brochure aziendale è il biglietto da visita di un’azienda. Il ruolo della brochure è fondamentale: presentare le potenzialità e le competenze di un’azienda a chi la legge. Digital4Export offre la possibilità di realizzare uno short company profile dotato di brochure e parco macchine.

Il valore aggiunto della brochure è che accompagna queste informazioni con grafiche efficaci, e slogan emozionali che catturano l’attenzione del lettore. È quindi fondamentale comunicare nel modo giusto, così che venga diffusa la vera natura dell’azienda. Digital4Export fa proprio questo: coglie l’essenza di un’azienda e la mette in luce in modo tale che si distingua dai vari competitors.

Lead Generation su LinkedIn

La Lead generation si trova alla base di una strategia di marketing B2B, è un processo che consiste nell’attrarre l’interesse di potenziali clienti, per trasformarlo in transazioni di vendita. La Lead generation è fondamentale per qualsiasi organizzazione interessata a ottenere ricavi costanti e affidabili. Digital4Export è esperto di Social Media Management ed è in grado di sfruttare al meglio le risorse offerte da LinkedIn per la Lead generation.

Quanto guadagna un Digital Export Manager

Lo stipendio di un Digital Export Manager può variare in base ad alcuni fattori, ma è molto simile a quello di un Export Manager. Lo stipendio di quest’ultimo si aggira intorno ai 45.000-65.000 euro annui. Considerando che un Digital Export Manager possiede maggiori competenze rispetto ad un Export Manager, la cifra può alzarsi anche di parecchio oltre i 50.000 euro annui.

(Fonte: Alma Laboris Business School).

per info
Contattaci

11 + 13 =

Perché scegliere Digital4Export?

Digital4Export è una solida azienda di consulenza e marketing, che da anni ormai aiuta le PMI a vendere fuori dall’Italia, soprattutto in Germania. Siamo un team di esperti che, grazie a un network internazionale consolidato offre un servizio alle aziende che intendono intraprendere o migliorare la loro presenza all’estero. Siamo in grado di realizzare per te una strategia integrata e multicanale con l’obiettivo di rafforzare l’immagine del tuo brand all’estero, cogliendo le grandi potenzialità offerte dal marketing digitale. Le nostre conoscenze comprendono anche il social media marketing, Lead Generation su LinkedIn e siamo in grado di realizzare una strategia di marketing B2B ad hoc per la tua azienda. Conosciamo a fondo le piattaforme digitali e siamo in grado di sfruttare al meglio le loro risorse.  

Digital4Export: al tuo fianco, verso nuove frontiere.